Categories:

 

Il progetto per la scuola nasce dalla volontà di legare il nuovo polo alla rinascita della comunità di Sassa e de l’Aquila dopo l’evento drammatico del terremoto dell’aprile del 2009. La scuola è il movimento per far rinascere la comunità da un evento doloroso che ha segnato il destino di tutti gli abitanti della zona.

L’edificio principale del polo scolastico è formato da due ali che racchiudono un giardino centrale. Le due ali ospitano una la scuola primaria e l’altra la scuola secondaria disposte in due livelli più tetto verde. Ogni ala dell’edificio si affaccia sia sul giardino interno che sui giardini esterni e sui parchi circostanti. I bambini di diverse età hanno la possibilità di interagire e condividere esperienze negli spazi comuni come il giardino centrale, le aree di attività libera interne, la biblioteca e il tetto giardino, accessibile agli studenti per attività didattiche e di laboratorio. Verso ovest, accessibile sia da percorsi attraverso il parco pubblico che dal giardino centrale, si trovano le funzioni comuni alla scuola e alla comunità: l’auditorium-aula magna e la palestra.

In una zona più riservata sorge l’edificio della scuola dell’infanzia che si sviluppa interamente a piano terra ed è divisa in aule per la didattica, per le attività speciali e di gioco e i servizi igienici dedicati ai bambini.

Ogni spazio ha un collegamento diretto con l’esterno dell’edificio, sia per finalità didattiche e di contatto con la natura, ma anche per un maggiore livello di sicurezza in caso di evacuazione.

Il tetto, accessibile solo al personale tecnico, è dedicato alla produzione di energia elettrica, tramite pannelli fotovoltaici.

Gli ingressi sono sul fronte principale e sono separati per le due sezioni scolastiche. Ogni aula ha accesso diretto all’area dedicata all’interciclo, all’area interna destinata alle attività libere verso il cortile e all’esterno della scuola. Al piano terra ci sono aule e la direzione scolastica e i laboratori della scuola secondaria. Al piano primo si trovano le altre aule e la biblioteca comune.

Ogni spazio della scuola è accessibile, con particolare attenzione ai percorsi e ai servizi igienici, tutti dimensionati per diversamente abili al fine di eliminare qualsiasi discriminazione. La struttura portante della scuola primaria e secondaria sarà realizzata con telai in legno lamellare, mentre la scuola dell’infanzia sarà realizzata in xlam; il legno è un materiale che permette la realizzazione di strutture antisismiche ed ecosostenibili.

Gli edifici sono schermati da una facciata verde naturale che sale fino alla sommità, guidata da un reticolo che circonda ogni edificio. Su questo reticolo sono montate delle lamelle in legno a forma di ali di farfalla, sensibili all’umidità che autonomamente si estendono in estate aumentando l’ombreggiamento, mentre in inverno si contraggono naturalmente lasciando filtrare la luce del sole permettendo così un apporto di calore. L’ombreggiamento del lato sud è realizzato dagli alberi del giardino, che con le proprie foglie, a seconda delle stagioni, schermeranno o lasceranno passare i raggi solari. Il risultato finale è una schermatura viva che secondo il proprio ciclo vitale, cambiando colore e densità, regola naturalmente il clima interno della scuola e l’ombreggiamento durante le stagioni.

Luogo: Sassa (AQ)

Anno: 2017

Tipologia: Concorso

Cliente: Comune di L’Aquila

Progetto: Studio MIG, Arch. Davide Pescari

Team: Ing. Daniele Alunni, Geom. Riccardo Brescia, Ing. Chiara Montagnini, Arch. Davide Pescari

Tags:

Comments are closed